Traduzione sottotitoli

I sottotitoli sono quelle scritte che appaiono solitamente nella parte inferiore dello schermo durante la riproduzione di file video o audio in lingua originale. La traduzione dei sottotitoli serve per far comprendere alla persona che sta guardando un film o ascoltando un podcast, il significato delle frasi che vengono dette in una lingua diversa da quella dello spettatore.

I sottotitoli  hanno un’importanza fondamentale soprattutto quando i video sono disponibili solamente in lingua originale, per esempio il tedesco o l’inglese, ed i sottotitoli ita o anche i sottotitoli in inglese aiutano a rendere il video comprensibile ad una maggiore quantità di spettatori. Quando non è disponibile il doppiaggio, la sottotitolazione è un ottimo strumento di divulgazione

Quanto è complicata la traduzione dei sottotitoli?

Per quanto possa sembrare una cosa facile, la sottotitolazione in italiano in realtà non lo è per niente.

Innanzitutto il traduttore dovrà tradurre in modo adeguato tutte le frasi del discorso, dopodiché dovrà posizionare le frasi tradotte in modo da avere una perfetta sincronizzazione tra la comparsa del testo e momento in cui la persona sta parlando, naturalmente, tutto questo per l’intera durata del video.

I sottotitoli sono socialmente utili, specialmente per tutte le persone che hanno problemi di udito e non sentono bene i suoni, di conseguenza la sottotitolazione dà la possibilità a molte più persone di avere accesso ad un contenuto.

Il professionista che si occupa della sottotitolazione di un video in genere viene chiamato “Sottotitolista”. Si tratta del ruolo principale nel processo di sottotitolazione e richiede molta calma e pazienza. Inizialmente si dovrà osservare l’intero contenuto per capire l’argomento trattato ed evitare così errori ed incomprensioni nella traduzione, dopodiché si passa alla sottotitolazione vera e propria.

Cose da considerare prima di aggiungere sottotitoli

Ci sono alcune regole base da seguire per effettuare una sottotitolazione professionale.

Immaginiamo per esempio che di debba sottotitolare in italiano un video riguardante una conferenza in inglese; il primo passo sarà quello di visualizzare l’intero contenuto del video, poi si effettua la traduzione inglese – italiano.

Occorre poi scegliere il font di supporto per i sottotitoli, in modo tale da renderli sempre ben visibili in funzione dello sfondo, in genere le scritte sono bianche su di uno sfondo nero, ma questo può variare in funzione del video e delle esigenze del cliente.

Altra cosa importante è la durata dei sottotitoli, ovvero se viene detta una frase, le scritte sotto devono apparire quando inizia la frase e sparire quando finisce, questo permette allo spettatore di leggere il significato della frase nello stesso momento in cui viene espressa oralmente nell’altra lingua.

Infine, anche la posizione è importante perché non deve essere ne troppo bassa (uscendo dallo schermo) ne troppo alta (andando a sovrapporsi alle immagini). Una buona tecnica è quella di far coincidere il bordo inferiore del box dove si inseriscono i sottotitoli, con la cornice del video.

Dopo aver effettuato la traduzione inglese italiano ed aggiunto i sottotitoli, arriva il momento della revisione finale, dove si controlla che tutto sia corretto ed in linea con il video. Il controllo finale è utile per trovare tutti gli eventuali errori ed imperfezioni del caso. Eventualmente poi il lavoro viene sottoposto ad un’ulteriore revisione, per essere sicuri che sia tutto perfetto.

Volete una sottotitolazione per utenti non udenti?

Quando si presenta una parte del video in cui non c’è nessuna parola o dialogo, ma solo rumori di qualcosa che si muove, oppure suoni  di eventi atmosferici come vento e pioggia, viene usata una tecnica per introdurre una descrizione nei sottotitoli di quello che sta accadendo, anche se rumori del genere non esprimono nessun tipo di lingua, possono però essere utili per i non udenti.

In genere la descrizione dei rumori nei sottotitoli viene fatta scrivendo i nomi dei rumori tra parentesi oppure tra asterischi: esempio (rumore grandine) o *rumore pioggia*.

Quanto deve essere lunga una stringa di sottotitoli?

Una curiosità sui sottotitoli è che la lunghezza delle frasi, ovvero ogni linea di traduzione non può avere più di un certo numero di caratteri o parole. Un buon metodo per verificare tale limite è utilizzare sempre un carattere 10 del font e non far toccare il bordo del video né alla prima né all’ultima parola della riga del sottotitolo. Da questo si evince che la traduzione previa alla sottotitolazione si deve basare anche su una concezione di spazio e tempo da rispettare. Per questo motivo non è necessario effettuare una traduzione  letteraria perché tramite parole più corte o frasi leggermente diverse si riesce comunque ad esprimere lo stesso significato del discorso.

In conclusione si può affermare che i sottotitoli ed il lavoro di sottotitolazione sono molto complicati da realizzare per le varie procedure che comprendono, ma sono anche molto utili per vedere un film in lingua originale o per chi ha problemi di udito. Per questi motivi nelle impostazioni dei sottotitoli di un film si trovano diverse lingue disponibili, che di solito sono le più conosciute.

BeTranslated è una agenzia di traduzioni con esperienza ventennale, che include nella propria rete, esperti traduttori specializzati in sottotitolazioni. Effettuiamo sottotitolazioni di qualunque tipo di video ed in una vasta gamma di lingue. Contattateci oggi stesso per un preventivo gratuito.